Concorso Ordinario – Infanzia e Primaria

Posted by | 0 commenti

Concorso Ordinario 
Scuola dell’Infanzia e Primaria

Decreto n. 498
Sintesi decreto Articoli dal 4 al 9

Il 28 Aprile 2020, in Gazzetta Ufficiale, è stato pubblicato il bando per il Concorso ordinario, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento del personale docente per i posti comuni e di sostegno della Scuola dell’Infanzia e Primaria. (Decreto n. 498).

Vediamo insieme alcune informazioni salienti per gli insegnanti che intendono partecipare.

► Presentazione candidatura (Art. 4.2 e 4.3): modalità e tempistiche

Modalità: chi vuole candidarsi, può fare richiesta di partecipazione collegandosi all’indirizzo www.miur.gov.it.
Si accede in più modi.
Il primo è attraverso il percorso da Argomenti e Servizi > Scuola > Reclutamento e servizio del personale scolastico > Concorsi personale docente» alla pagina dedicata al Concorso ordinario infanzia e primaria
Il secondo modo è accedere direttamente al servizio «Istanze On Line» attraverso il percorso Argomenti e Servizi > Servizi online > lettera I > Istanze OnLine, vai al servizio.

Tempistiche: i candidati possono presentare istanza di partecipazione al concorso a partire dalle ore 09.00 del 15 giugno 2020, fino alle ore 23.59 del 31 luglio 2020.

► Prova pre selettiva (Art. 7)

Ci sarà una prova prova di preselezione ai fini dell’ammissione alla prova scritta, nel caso il numero dei candidati, a livello regionale e per ciascuna distinta procedura, risulti superiore a 250 unità e a quattro volte il numero dei posti messi a Concorso.
In tal caso, la prova di preselezione sarà computer-based, e sarà finalizzata all’accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, e di conoscenza della normativa scolastica.

► Prova scritta posti comuni e di sostegno (Art 8)

Sarà una prova distinta per ciascuna procedura, della durata di 180 minuti,( fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992 n. 104).

La prova sarà così articolata:

  • per i posti comuni, sono previsti due quesiti a risposta aperta che prevedono la “trattazione articolata di tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia”;

  • per i posti di sostegno, sono previsti “due quesiti a risposta aperta inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzati a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilità”;

  • sia per i posti comuni, che per quelli di sostegno, è previsto “un quesito, articolato in otto domande a risposta chiusa, volto alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue”.

 Per quanto riguarda il punteggio assegnato alla prova scritta, la  commissione può assegnare alla prova scritta un punteggio massimo di 40 punti.

Prova orale (Art. 9)

Per i posti comuni, la prova orale è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 9 aprile 2019, n. 327 (clicca qui per scaricare allegato-A-2020) e valuta la padronanza delle discipline, nonché la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle tecnologie dell’informatica e della comunicazione, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

Per i posti di sostegno, la prova orale verte sul programma di cui al medesimo Allegato A (allegato-A-2020) e valuta la competenza del candidato nelle attivita’ di sostegno all’alunno con disabilità’ volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità’ e alle differenti tipologie di disabilità’, anche mediante l’impiego delle tecnologie dell’informatica e della comunicazione.

Come si articola la prova orale per tutti: avrà una durata massima complessiva di 30 minuti, (fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104), e consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie dell’informatica e della comunicazione.
Ci sarà spazio anche per l’accertamento della Lingua Inglese.

Le tracce delle prove orali: saranno predisposte da ciascuna commissione secondo il programma di cui all’Allegato A di cui sopra. Le commissioni le predispongono in numero pari a tre volte quello dei candidati ammessi alla prova. Ciascun candidato estrae la traccia, su cui svolgere la prova, 24 ore prima dell’orario programmato per la propria prova. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi.

Punteggio della prova orale: la commissione assegna alla prova orale un punteggio massimo complessivo di 40 punti. La prova e’ superata dai candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 28 punti.

Decreto completo: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/28/20E05135/S4

 

✅ Scopri le nostre Unità Didattiche di Apprendimento.

Se vuoi  prepararti alla tua prova orale, puoi farlo con le nostre Unità Didattiche di Apprendimento.
Sono 30 Unità complete, tra le quali troverai tanti argomenti già svolti.
Le UDA sono online, scaricabili dalla nostra Piattaforma in formato PDF. 

Clicca qui per scoprire le nostre 30 UDA

Per tutte le informazioni 

Sapere Più s.a.s.
Via G.P. da Palestrina, 2
20124 Milano

Tel. 02.29. 40. 85. 52

Cell. 392.99.76.091

Oppure contattaci tramite il modulo di richiesta informazioni

Commenti sono chiusi